Benvenuti!

Sognare in Salento nasce dalla volontà di promuovere il salento e di facilitare a tutti, soprattutto a turisti e visitatori la conoscenza e la ricerca dei luoghi caratteristici e suggestivi, dei monumenti, delle chiese e in generale delle bellezze artistiche e architettoniche presenti su tutto il territorio “Salentino”.

Potrai trovare tutte le informazioni turistiche riguardanti le città, organizzare il tuo soggiorno attraverso un elenco di strutture ricettive, di ristoro, i mezzi per poter muoversi nel territorio e soprattutto come poter passare una vacanza all’insegna del divertimento e relax. E per non farvi mancare niente potrete fare i vostri acquisti scegliendo tra le numerose attività commerciali presenti sulla nostra piattaforma; e un elenco di liberi professionisti soddisferà tutte le vostre esigenze.

Passate le vostre giornate indimenticabili scegliendo tra gli eventi in tutto il territorio, cosa aspettate allora….

Sognare in Salento tutto l’anno.

Il Salento non si ferma mai e nemmeno voi!

Feste, cultura, sport, gastronomia... Un territorio con tanti programmi, quanti sono i motivi per tornare

IN PRIMO PIANO

Scopri il Salento

Il Salento, la terra dove il mare Adriatico incontra il mare Ionio, un mare di color turchese e sfumature verde smeraldo, scogliere a picco e spiagge di sabbia finissima.

Lungo la costa si possono ammirare varie grotte in alcune sono stati rinvenuti pittogrammi e reperti paleontologici, custoditi ora in musei. Percorrendo sia la costa adriatica che la costa jonica, è possibile ammirare le numerose e antiche torri costiere di avvistamento, di forma quadrangolare o circolare, costruite nel corso dei secoli per difendersi dall’arrivo delle orde piratesche. Il territorio salentino ha una forma tale dove spostarsi da una costa all’altra permette di poter vivere l’emozione di vedere la bellezza delle luci e dei colori che presentano le albe e i tramonti sul mare. Un territorio che dal mare porta nell’entroterra, con vaste campagne di terra rossa con ulivi secolari dalle forme più svariate, separati da tipici muretti a secco (pietra usata anche per realizzare costruzioni: furnieddhi, pajare, usate dai contadini per riposare o per riporvi gli attrezzi da lavoro; numerose sono anche le masserie. Una terra dove scoprirete colori e profumi unici. Un territorio dove le tradizioni sono ancora vive nei cuori delle varie sagre, feste patronali ed eventi in genere che mostrano ai visitatori la nostra cultura e tradizione.

Palazzi, Castelli, Dimore, Masserie, borghi medievali ecc… ecc…, sono tanti i luoghi di interesse nel territorio salentino, un territorio ricco di bellezze e meraviglie architettoniche e culturali. Oltre ai tanti monumenti, il territorio salentino custodisce i segni di una devozione secolare, ogni centro abitato è fortemente legato al proprio Santo Patrono, per questo vi sono tantissime Cattedrali, Chiese e Basiliche.

Il salento è caratterizzato dal Barocco Leccese utilizzato prevalentemente nei centri storici per gli esterni di chiese e palazzi, trasformandoli in veri arazzi scolpiti. La pietra leccese è tenera e malleabile e dal colore giallo rosaceo. In campagna e lungo le coste invece troviamo un paesaggio architettonico con predominanza di case bianche a calce.

Non solo Chiese, il Salento propone un vasto itinerario culturale grazie anche ai tanti Musei che ripercorrono la storia millenaria di questa terra. Dai musei archeologici, con reperti provenienti da scavi, tombe o collezioni private ai musei storico-artistici, con reperti provenienti dalle chiese del territorio collocati in musei diocesani e d’arte sacra. Numerosi sono anche i musei delle Tradizioni Popolari, tradizione e usi raccontati attraverso gli strumenti di vita quotidiana. Dallo studio della fauna e flora del territorio salentino sono nati i musei naturalistici, mentre la passione per alcuni prodotti del territorio hanno dato vita ai musei tematici.

Tradizione, folklore, feste ed eventi; il Salento offre ai tantissimi turisti che raggiungono il tacco d’Italia, in qualsiasi periodo dell’anno, splendide giornate tra riti religiosi e fiere locali; tante di queste tradizioni sono radicate nella storia del salento e sono tutte da scoprire.

Tradizioni antiche, sapori unici e odori indimenticabili, questa è la cucina salentina; una cucina che affonda le sue radici in piatti poveri e umili, utilizzando prodotti come legumi, cereali, ortaggi e verdure. Unica anche nei suoi colori, visti gli ingredienti utilizzati, la cucina salentina è caratterizzata anche da buoni piatti di pasta tradizionale, come la pasta fatta in casa condita spesso con sugo di pomodoro fresco. Sono tanti i piatti da gustare, e naturalmente sono serviti e associati a dei buoni vini rigorosamente salentini; gran parte di queste specialità si possono gustare, oltre che nei tantissimi locali, anche durante le tantissime sagre realizzate nei borghi dei paesi allietate dall’incalzante ritmo della pizzica salentina. Durante queste sagre si possono vedere all’opera gran parte degli artigiani locali lavorare la cartapesta, la terracotta, la pietra leccese, la ceramica, il ferro battuto, il ricamo, vetro, legno e rame. Altre attività di artigiani stanno purtroppo via via scomparendo.

Il territorio salentino è caratterizzato da numerosi “oliveti secolari” e dai “vigneti”, ma la sua vegetazione è costituita anche dal “fico d’india”, pianta che cresce sia nell’entroterra che lungo la costa; dal “fico”, con i suoi frutti dolcissimi; e dal “mandorlo”. Anche i colori caratterizzano il tempo nel salento, a primavera il terreno dei campi e lungo le strade viene ricoperto dal colore rosso dei papaveri e dal giallo e bianco delle margherite. Durante l’estate invece il colore predominante è il verde della macchia mediterranea.

Il dialetto salentino si differisce da quelli della Puglia sia per la fonetica quanto per l’aspetto lessicale.

Nel territorio del Salento esistono inoltre delle peculiari enclavi etnico-linguistiche. In buona parte della regione storica della Grecìa Salentina, nel Salento centrale, si parla un dialetto neo-greco noto come grecanico o griko. Il territorio della Grecìa salentina racchiude 11 comuni: Calimera, Castrignano dè Greci, Corigliano d’Otranto, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia, Zollino, Carpignano Salento e Cutrofiano.

Per quanto riguarda la musica ricordiamo la “Pizzica”, una musica tradizionale, un tempo veniva usata per dei riti di guarigione delle tarantate, le donne morse dalla tarantola (altro non era che l’isteria delle donne). Questo ballo, tradizionalmente di coppia, è un ballo molto sensuale a differenza della “danza delle spade”.

L’economia principale del Salento è il turismo.

Il Salento comprende i comuni di tutta la provincia di Lecce, la parte centro-meridionale della provincia di Brindisi e la parte sud-orientale della provincia di Taranto. Si estende su una superficie di oltre 5000 km² con oltre 1.500.000 di abitanti. Il salento è noto anche come penisola salentina.

Scopri le città.

Dove Mangiare

Dove Dormire

Come muoversi

Divertimento e Relax

Attività Commerciali

error: Content is protected !!